CANNABIS TERAPEUTICA E RIDUZIONE DELL’USO DI TABACCO

Sono sempre di più le legislazioni nazionali che permettono l’uso di cannabis per fini medici e/o, in misura assai minore, ricreativi. Tuttavia, sono molto poche le ricerche che provano a determinare quali effetti ha l’uso di cannabis terapeutica rispetto al consumo di tabacco. Un recente studio mostra che circa la metà del campione ha cessato o ridotto l’uso di tabacco dopo avere iniziato la cannabis per usi terapeutici; di questi, la maggioranza sono persone over 55 o grandi fumatori di tabacco (25 o più sigarette al giorno). Lo studio è basato sulle auto-dichiarazioni dei soggetti partecipanti, perciò i risultati andrebbero verificati con metodologie più consolidate, stante la relativa affidabilità delle autodichiarazioni. Su un numero totale di 2102 partecipanti, di cui 650 sono o erano stati fumatori di tabacco, a seguito dell’uso di cannabis per scopi terapeutici, 320 (49%) fumatori di tacco hanno auto-riportato un uso ridotto, e 160 (24,6%) di avere interrotto l’uso di tabacco nei 30 giorni successivi. Interessante un altro dato riportato nella sintesi dello studio: l’intento specifico di usare cannabis terapeutica per smettere il consumo di tabacco è associato a una forte riduzione del suo uso (AOR = 2.79, 95% CI 1.49–5.22), a differenza di terapie tradizionali di tipo farmacologico o comportamentale (AOR 0.39, 95% CI 0.18–0.86).

LINK ALLO STUDIO (INGLESE)

Questa voce è stata pubblicata in CANNABIS, TABACCO. Contrassegna il permalink.