APPS SULLA SALUTE E PROBLEMI DI PRIVACY E USO DI DATI PERSONALI

Le applicazioni e le tecnologie digitali che permettono la sperimentazione di nuove tecniche in campo medico sono sempre più diffuse. A partire dal 2015, è infatti nato un nuovo mercato di applicazioni per smartphone, concepite in modo mirato per fornire assistenza e aiuto per svariate patologie e problemi di salute, anche per le dipendenze da sostanze. Un articolo della giornalista Sara Morrison affronta la questione esaminando i problemi di privacy e di commercializzazione dei dati in applicazioni per smartphone usati per la dipendenza e la cura da oppiacei. Continua a leggere

Pubblicato in NORMATIVA, OPPIACEI | 36 letture

PARENTAL ABUSE: ADOLESCENTI VIOLENTI CONTRO I GENITORI – UN FENOMENO EMERGENTE

Il parental abuse, o violenza filio-parentale è un fenomeno sottostimato. Sono molti gli adolescenti che minacciano, aggrediscono e cercano di imporre il proprio potere e controllo nella relazione con i genitori.  Si tratta di un fenomeno emergente che la letteratura scientifica e l’opinione pubblica faticano ancora a mettere a fuoco; in genere emerge tra i dodici e i quattordici anni, con un picco di tra i quindici e i diciassette e uno stabile declino dopo l’ingresso nella maggiore età.
I pochi studi a disposizione indicano un’incidenza tra il 14 e il 20 per cento negli Stati Uniti (che aumenta fino al 64 per cento considerando anche gli abusi psicologici), con dati simili in Spagna, dove dal 2006 è stato creato anche un Centro di intervento e formazione in violenza filio-parentale. In Italia tra il 2014 e il 2017 c’è stato un aumento del 56 per cento delle denunce a carico di minori in ambito familiare.
La psicoterapeuta Virginia Suigo, dell’Istituto Minotauro afferma che ad essere in aumento non è la violenza parentale che riguarda ragazzi con psicopatologie conclamate, o problemi di tossicodipendenza, ma quella degli adolescenti “normali”, cresciuti in famiglie prive di particolari problematicità. Continua a leggere

Pubblicato in GIOVANI, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 36 letture

TERAPIE ONLINE: Indagine sulle rappresentazioni degli psicologi durante la pandemia da COVID-19

L’arrivo improvviso del Covid-19 ha costretto la maggior parte dei clinici ad utilizzare una diversa modalità di presa in carico rivedendo le proprie opinioni sull’utilizzo delle terapie da remoto.
Nei mesi di febbraio e marzo 2021 è stata condotta un’indagine esplorativa tramite la diffusione online di un questionario realizzato con Google Moduli che ha raccolto le risposte di circa 400 terapeuti con l’obiettivo ultimo di esplorare vissuti e rappresentazioni sulle terapie online prima e durante la pandemia.
L’esperienza maturata durante il corso di questa emergenza sanitaria sembra aver maggiormente legittimato la possibilità, per altro già esistente, di svolgere terapie a distanza, lasciando però aperte domande e riflessioni su come integrare questa modalità di lavoro nella propria pratica clinica e sull’eventuale necessità di una specifica formazione a riguardo. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 28 letture

NUOVO AUMENTO RECORD NEL 2020 DI DECESSI DA OVERDOSE NEGLI USA

Le conseguenze sociali (disoccupazione, isolamento, malattie, perdita di reddito) della pandemia da Covid-19 hanno probabilmente innescato una spirale violenta su una dinamica negativa da tempo, portando, secondo i dati parziali diffusi nei giorni scorsi dalle autorità sanitarie USA, a un livello record su base annuale di decessi per overdose. Nel 2020 si sono infatti registrati negli USA ben 93.331 decessi stimati per overdose, a fronte di 72.151 decessi nel 2019, con un aumento pari al 22,6%. Continua a leggere

Pubblicato in ALTRE SOSTANZE PSICOATTIVE, COVID-19, OPPIACEI, SOSTANZE PSICOATTIVE | 57 letture

CAMBIAMENTI NEI MERCATI DELLE DROGHE E SERVIZI DI CURA PER LE DIPENDENZE

Secondo Roberto Gatti, medico psichiatra e responsabile del Dipartimento Dipendenze Patologiche della ASL città di Milano, grazie anche alle accelerazioni prodotte dalla pandemia, assistiamo a grandi cambiamenti nei mercati delle droghe, e in tutto ciò che a livello di immaginario e di marketing vi ruota attorno. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOL, GIOVANI, NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 61 letture

CESDANEWS LUGLIO-AGOSTO 2021

E’ disponibile l’ultimo numero della Newsletter del CeSDA

Cesdanews LUGLIO AGOSTO 2021

Pubblicato in NEWS DAL CESDA | 53 letture

LE CONSEGUENZE PSICOLOGICHE DELLA DAD

A causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19, anche quest’anno gli studenti hanno dovuto adattarsi a lunghi periodi di didattica a distanza.
La DAD (didattica a distanza) offre sicuramente grandi opportunità ai ragazzi che non possono recarsi a scuola a causa del Covid-19 ma porta con sé alcune conseguenze nell’ambito piscologico che gli adolescenti hanno dovuto affrontare.
Il Prof. Giuseppe Riva, Direttore del Laboratorio Sperimentale di Ricerche Tecnologiche applicate alla Psicologia di Auxologico e Professore ordinario di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha fornito consigli su come riconoscere il disagio dei ragazzi e come affrontarlo. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, GIOVANI | 73 letture

INTELLIGENZA ARTIFICIALE E GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO: AL VIA SPERIMENTAZIONE

Un progetto innovativo che usa le nuove tecnologie digitali per prevenire e contrastare il gioco d’azzardo patologico: è questo il nuovo progetto dell’azienda sanitaria di Padova Ulss 6 Euganea in collaborazione con l’industria digitale di Genova Ett. La sperimentazione prevede l’uso di una piattaforma tecnologica che, attraverso la simulazione di scene virtuali di gioco d’azzardo, stimola l’utilizzatore e ne valuta la sensibilità al gioco d’azzardo patologico. Continua a leggere

Pubblicato in DISTURBO DA GIOCO D'AZZARDO, GAMING, PREVENZIONE | 77 letture

LOCKDOWN E PSICOTERAPIA A DISTANZA: come cambia la cura attraverso lo schermo

L’emergenza sanitaria ha imposto una modalità di lavoro a distanza, spesso mai precedentemente adottata e, in taluni casi anche guardata con diffidenza. A quindici psicoterapeuti di diversa esperienza ed orientamento teorico è stata somministrata un’intervista sulle variazioni della relazione, della tecnica e degli obiettivi della cura.
L’indagine si è svolta dal 15 al 28 aprile, durante la prima fase del lockdown. Poco più della metà dei pazienti ha accettato il passaggio a sedute a distanza. I fattori che hanno determinato l’interruzione sono stati soprattutto le caratteristiche del paziente, una recente relazione terapeutica o una scarsa motivazione. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 75 letture

CARCERE: A CHE PUNTO SIAMO?

Carcere: a che punto siamo ?
martedì 27 Luglio 2021 ore 14.00 – 16.30
Link per iscriversi e partecipare: https://forms.gle/FboyhJdVJJRW9Jfw8

Continua a leggere

Pubblicato in CARCERE | 63 letture