DIFFERENZE IN COMUNE. IMMAGINARE E PROGETTARE LA CITTA’ INCLUSIVA

Si svolgerà il prossimo 3 ottobre presso la Biblioteca delle Oblate una giornata di studio e di confronto in cui esperienze e progetti urbani dialogano intorno a bisogni, pratiche e percorsi innovativi, con l’obiettivo di costruire una città il più possibile a misura delle esperienze di tutti e di tutte.

Evento organizzato dalla Cooperativa CAT.

La città è il luogo per eccellenza della complessità e delle differenze, in cui la molteplicità di attori, di contesti e di culture che li animano, possono fare emergere conflitti e problemi, ma anche sinergie e nuove sfide condivise. Il nostro intento principale è di indagare il tessuto di relazioni e di bisogni che definisce lo spazio urbano. Vogliamo perciò analizzare queste trasformazioni, in rapporto all’uso pubblico e privato degli spazi, alle politiche di inclusione e alle modalità di partecipazione dei gruppi e dei soggetti che vivono la città.

Attraverso un confronto fra diverse esperienze e progetti urbani, anche europei, vogliamo fare dialogare bisogni, pratiche e progetti innovativi, con l’obiettivo di costruire una città il più possibile a misura delle esigenze di tutti e di tutte. Perché Firenze non è solo centro storico, turismo di massa, eccellenze artistiche e culturali, ma è costituita anche da periferie, da zone di transito, da confini simbolici, da spazi abbandonati o da rivitalizzare.

Se i luoghi della città esprimono, attraverso il vissuto di chi li attraversa, utilizza o abita, un tessuto di relazioni sociali e desideri, è all’interno degli spazi urbani che il conflitto fra diverse esigenze può generare nuove tensioni. Con l’espressione “Differenze in Comune” definiamo un progetto che, a partire dalle tante diversità che compongono oggi Firenze, arrivi a immaginare soluzioni il più possibile condivise sul futuro della nostra città.

 PROGRAMMA

Questa voce è stata pubblicata in NEWS DAL CESDA. Contrassegna il permalink.