DISTURBI ALIMENTARI E GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO

Le eventuali associazioni fra i disturbi alimentari e le patologie legate al gioco d’azzardo sono un ambito ancora poco esplorato dalla letteratura scientifica. Una recente ricerca di ricercatori canadesi ha analizzato i tassi di prevalenza dei cosiddetti binge/purge type eating disorders (bulimia nervosa, disturbo da alimentazione incontrollata, anoressia nervosa) in un gruppo di 349 adulti alla ricerca di trattamento per problemi con il gioco d’azzardo (Kim et al., 2018). Tutti i partecipanti allo studio sono stati oggetto di valutazione da parte di psichiatri e di terapeuti attraverso interviste cliniche strutturate.

Secondo la ricerca, l’11.5% del campione, con una preponderanza del genere femminile, presenta disturbi di tipo alimentare, soprattutto bulimia nervosa. Questo sotto-gruppo presenta le seguenti manifestazioni: attitudine a giocare in modo intensivo e continuativo, presenza di distorsioni cognitive, impulsività, suicidalità e presenza di altre comorbilità psichiatriche, compresi comportamenti additivi.  Tali risultati sembrano suggerire che  i disordini alimentari, per molti giocatori, rappresentino un problema più diffuso e più grave di quanto ipotizzato in studi precedenti.

Kim, H.S., von Ranson, K.M., Hodgins, D.C., McGrath, D.S., & Tavares, H. (2018). Demographic, Psychiatric and Personality Correlates of Adults Seeking Treatment for Disordered Gambling with a Comorbid Binge/Purge Type Eating Disorder. European Eating Disorders Review.

Questa voce è stata pubblicata in DISTURBI COMPORTAMENTO ALIMENTARE, DISTURBO DA GIOCO D'AZZARDO, NUOVE DIPENDENZE. Contrassegna il permalink.