RASSEGNA SULLE NUOVE DIPENDENZE TECNOLOGICHE- SECONDA PARTE: L’INTERNET GAMING DESORDER

INTIl criterio diagnostico proposto nel DSM 5 per l’identificazione del disturbo da gioco su Internet è che all’uso ripetuto di giochi su Internet, spesso compiuto con altri giocatori, si associno significativi problemi. Almeno cinque dei seguenti criteri devono essere presenti nell’arco di un anno: 1) preoccupazioni o ossessioni legate ai giochi su Internet; 2) sintomi di astinenza quando non si gioca su Internet; 3) tolleranza -è necessario aumentare il tempo speso a giocare su Internet; 4) la persona ha provato a interrompere o a ridurre i giochi su Internet, ma non vi è riuscita; 5) la persona ha subito uan perdita di interesse in altre attività; 6) la persona ha perseverato nell’uso eccessivo dei giochi su Internet, nonostante fosse consapevole dell’impatto negativo nella propria vita; 7) la persona ha mentito ad altre rispetto al suo uso dei giochi su Internet; 8) la persona usa giochi su Internet come modalità di ridurre l’ansia o il senso di colpa; 9) la persona ha perso o ha messo a rischio opportunità e relazioni a causa dei giochi su Internet.

Come si mostrerà approfonditamente in occasione dell’analisi delle forme patologiche e/o delle dipendenze associate all’uso della rete e dei dispositivi digitali, il disturbo da gioco su Internet è caratterizzato da un modello teorico che si fonda sul modello della dipendenza da sostanze. Il disturbo da gioco su Internet si caratterizza infatti, nella definizione presente nel DSM 5, a partire da un generico criterio quantitativo (“una modalità di eccessivo e prolungato gioco su Internet”), ovvero un uso abnorme, rispetto alla media, dei giochi online. Tuttavia è soprattutto nella seconda parte della definizione che risulta evidente l’analogia con il modello delle dipendenze da sostanze: “(…) risulta in un insieme di sintomi cognitivi e comportamentali, tra cui la progressiva perdita di controllo sul gioco, la tolleranza e i sintomi di astinenza analoghi ai sintomi presenti nei disturbi da uso di sostanze”. Nel prossimo articolo, attraverso la discussione di alcuni studi e review sul disturbo da gioco su Internet, si mostreranno i risultati e le tendenze emersi, ma anche i limiti metodologici e teorici esistenti negli studi effettuati su questo disturbo, e le indicazioni per lo sviluppo della ricerca scientifica.

LINK ALL’ARTICOLO PRECEDENTE

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZE COMPORTAMENTALI, DISTURBO DA GIOCO D'AZZARDO. Contrassegna il permalink.