CRISI OPPIACEI E CATTIVA GESTIONE DEL DOLORE POST-OPERATORIO

Fra i fattori scatenanti la crisi dei farmaci oppiacei in diversi paesi, alcuni autori ritengono che un ruolo importante sia stato giocato da una gestione poco oculata delle terapie del dolore post-operatorio. Si tratta della tesi centrale di una ricerca del Professor Lesley Colvin (University of Dundee) pubblicata sul The Lancet. Secondo Colvin, all’aumento del numero di operazioni chirurgiche dovuto all’aumento delle aspettative di vita è corrisposta in molti contesti, specie negli USA, una somministrazione eccessiva e poco monitorata di farmaci oppiacei per combattere il dolore post-operatorio. Continua a leggere

Pubblicato in OPPIACEI | 49 letture

RELAZIONE EUROPEA SULLE DROGHE – PRIMA PARTE

Nei giorni scorsi è stato diffuso il report annuale di European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction (EMCDDA), da numerosi anni la principale fonte scientifica a livello europeo sui principali aspetti connessi alle sostanze illegali. La struttura del report è simile a quella degli anni scorsi, tranne per l’ovvio approfondimento dedicato all’impatto della pandemia sui traffici e sui consumi di droga. Rimandando a un successivo articolo l’analisi sulle singole sostanze, di seguito si evidenziano alcuni passaggi relativi alle principali tendenze e novità registrate nel corso del 2020. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOL, ALTRE SOSTANZE PSICOATTIVE, CANNABIS, COVID-19, NUOVE SOSTANZE PSICOATTIVE, OPPIACEI, SOSTANZE PSICOATTIVE | 51 letture

HIKIKOMORI: LAVORARE SULLA PREVENZIONE

Chiara Illiano, coordinatrice per l’area psicologica di Hikikomori Italia onlus per la Regione Lazio, in un’intervista all’agenzia Dire, affronta alcuni temi legati al fenomeno Hikikomori. In primis, Illiano spiega come il disturbo non sia assimilabile a una patologia psichiatrica, ma a una condizione di profondo disagio dell’individuo rispetto al sistema sociale che può generare psicopatologia se non viene affrontata. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, GIOVANI, HIKIKOMORI | 57 letture

VACCINI COVID-19 E UTENTI SERD

Su il Quotidiano della Sanità è stata pubblicata l’anteprima di uno studio italiano, realizzato dall’Università di Firenze e Società Italiana TossicoDipendenze (SITD), che ha esaminato l’atteggiamento verso la vaccinazione Covid-19 di utenti SerD. Allo studio, consistente in 10 affermazioni a cui occorreva rispondere con il grado di accordo su una scala Likert, hanno partecipato 525 maschi (81,3%) e 121 femmine (18,7%), per un totale di 646 soggetti, con età media di 41,14 anni. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, PREVENZIONE | 63 letture

CALIFORNIA: OBIETTIVO DELLA LEGALIZZAZIONE SONO LE SOSTANZE PSICHEDELICHE

A conferma dell’accelerazione, in vari stati, di cambiamenti legislativi in materia antidroga, giunge la notizia che in California è stata approvato in Senato una proposta di legge di legalizzazione dell’uso di varie sostanze psichedeliche, che per essere ratificata dovrà però essere approvata anche dalla Camera dello stato. La proposta segue l’approvazione di provvedimenti di legalizzazione di alcune sostanze psichedeliche in vari centri urbani USA, come Denver, Ann Arbor, Oakland, Santa Cruz, Somerville. Continua a leggere

Pubblicato in ALTRE SOSTANZE PSICOATTIVE, NORMATIVA | 83 letture

CANNABIS TERAPEUTICA E RIDUZIONE DELL’USO DI TABACCO

Sono sempre di più le legislazioni nazionali che permettono l’uso di cannabis per fini medici e/o, in misura assai minore, ricreativi. Tuttavia, sono molto poche le ricerche che provano a determinare quali effetti ha l’uso di cannabis terapeutica rispetto al consumo di tabacco. Un recente studio mostra che circa la metà del campione ha cessato o ridotto l’uso di tabacco dopo avere iniziato la cannabis per usi terapeutici; di questi, la maggioranza sono persone over 55 o grandi fumatori di tabacco (25 o più sigarette al giorno). Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, TABACCO | 70 letture

RECENSIONE DEL LIBRO DI CARL HART

Si segnala la recensione di Paolo Nencini del libro, ancora non tradotto in italiano, del neuroscienziata afroamericano Carl Hart, intitolato “Drug use for grown-up. Chasing liberty in the land of fear” (Penguin Press, New York 2021). Nencini riporta in modo equilibrato, senza nascondere su alcuni punti critiche e rilievi di vario tipo, le posizioni espresse da Hart, che fa suo un punto di vista antiproibizionista, motivandolo sulla base  delle proprie esperienze personali e non solo per ragioni a suo parere scientifiche. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 118 letture

CONTROLLI DI POLIZIA, NORMATIVA E SOSTANZE NEL REGNO UNITO

Secondo un articolo de l’Indipendent, tradotto in italiano sul sito di Aduc, nel Regno Unito le statistiche mostrano che i cittadini neri hanno otto volte più probabilità di essere fermati per droghe rispetto ai bianchi, ma non è più probabile che vengano trovati in possesso di sostanze illegali. Questo riguarderebbe soprattutto i controlli e i fermi di polizia per piccole quantità di sostanze. Per Brian Paddick, ex capo della polizia e portavoce degli affari interni del partito Liberaldemocratico alla Camera dei Lord, tale situazione rappresenta una ingiustizia, uno spreco di risorse e alimenta la sfiducia nelle istituzioni da parte delle minoranze. Continua a leggere

Pubblicato in CARCERE, NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 87 letture

CAMPAGNA OMS PER SMETTERE DI FUMARE

In occasione del 31 maggio, giornata internazionale senza tabacco, OMS ha rilanciato una campagna di sensibilizzazione con consigli per smettere di fumare. Attraverso un linguaggio semplice e accessibile a tutti, vengono elencate e spiegate le principali ragioni che dovrebbero sensibilizzare i fumatori a ridurre o meglio a smettere di fumare. Si tratta in massima parte di argomenti noti, sui quali sono disponibili da tempo informazioni scientificamente validate. Continua a leggere

Pubblicato in POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 96 letture

ITALIA: CRESCITA DEI FUMATORI DURANTE LA PANDEMIA

Il 31 maggio, in occasione della giornata mondiale senza tabacco, ISS ha diffuso i dati di una rilevazione condotta insieme all’Istituto Farmacologico Mario Negri, secondo la quale durante la pandemia è ripreso in modo significativo a salire il numero di fumatori, specie nella fase di lockdown duro, invertendo così una tendenza di lungo periodo. Ciò riguarda, confrontando aprile e novembre 2020, sia chi è divenuto ex novo un fumatore, sia chi è passato da e-cig a sigarette tradizionali. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, GIOVANI, TABACCO | 95 letture