INTERVISTA A GUIDO FAILLACE (FeDer.SerD)

Guido Faillace, Presidente di FeDerSerD, interviene sul tema dei consumi di droghe, specie di eroina, fra i giovani nell’ambito di un’intervista rilasciata al sito Zero Zero News. Faillace registra gli elementi di continuità e di novità rispetto al passato, evidenziando i primi effetti per così dire consolidati del lockdown e della pandemia Covid-19 sulle persone con dipendenze da sostanze. In generale, i dati ufficiali disponibili registrano un aumento di consumi, specie per alcol e cocaina. Di seguito, alcuni passaggi dell’intervista.Il consumo dell’eroina ha registrato nel 2020 un incremento specialmente nelle fasce giovanili – spiega lo psichiatra Guido Faillace, Presidente della FeDerSerD – con maggior incidenza nelle grandi aree metropolitane di Milano, Roma, Torino, Napoli ecc…”

Diffusione dei vari tipi di stupefacenti ?

Oltre all’aumento dell’ uso di eroina (intorno allo 0,5%), le droghe più diffuse sono in assoluto i cannabinoidi (Italia al primo posto per consumo a livello europeo) e cocaina in tutte le sue possibilità di utilizzo, sniffata o fumata come crack.

Si registra un abbassamento dell’età delle persone che si rivolgono al Ser.D?

Sia dai dati della Relazione al Parlamento sul fenomeno droghe 2020, che dalle relazioni redatte dal Ministero della Salute e dall’Osservatorio di Lisbona, è stato evidenziato un abbassamento dell’età delle persone che fanno abuso di sostanze stupefacenti o loro derivati, e solo una minima parte degli adolescenti con problematiche di tipo sanitario dovuto all’abuso si rivolge ai Servizi per le Dipendenze. Come FeDerSerD si stanno valutando delle linee di indirizzo per aprire i Servizi a questa fascia di popolazione.

Quali sono le sostanze stupefacenti di cui fanno maggiormente uso gli adolescenti?

Cannabinoidi e loro derivati, oppioidi e loro derivati, droghe di sintesi (ecstasy, amfetamine e metamfetamine) e, ultimamente, si è registrato un notevole aumento di abuso di psicofarmaci, complice la facilità con cui queste sostanze vengono reperite.

Le nuove modalità di assunzione dell’eroina, che sempre più spesso viene fumata anziché iniettata per via endovenosa, può ingenerare una falsa percezione circa la sua pericolosità?

Direi di sì. L’eroina fumata viene vissuta come se questa modalità di utilizzo non avesse come conseguenze quelle evidenziate dalla via iniettiva. Molte volte i ragazzi la utilizzano come sostanza medicalizzante per le caratteristiche chimiche della molecola: come farmaco deprimente limita infatti gli effetti disforizzanti dell’uso eccessivo di cocaina.

(…) Con la pandemia e il conseguente lockdown, è aumentato il disagio psichico nella popolazione. Pensa che ciò abbia avuto degli effetti sul consumo delle sostanze?

Con il lockdown, oltre al disagio psichico nella popolazione, abbiamo evidenziato che la circolazione delle droghe sul territorio non si è fermata, e il conseguente consumo di sostanze stupefacenti non ha subito decrementi, anzi, per quanto riguarda l’alcol e le droghe psicoattive come la cocaina, si registra un aumento.”

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in ALCOL, ALTRE SOSTANZE PSICOATTIVE, CANNABIS, COCAINA, COVID-19, GIOVANI, OPPIACEI. Contrassegna il permalink.