FORTE AUMENTO DI CONSUMI E PROBLEMI ALCOL-CORRELATI DURANTE IL LOCKDOWN IN UK

Un articolo del Mail Online, che riporta i dati di un questionario telefonico, lancia l’allarme sull’aumento di consumi e di problemi sanitari correlati all’alcol in Inghilterra verificatisi durante il lockdown causato dal Covid-19. Gli esperti intervistati a corredo del questionario riportano che hanno registrato un forte incremento delle richieste di informazioni e di domande di aiuto per problemi causati dal consumo di alcol negli ultimi mesi, prefigurando nei prossimi mesi un notevole aumento di interventi. “Il lockdown ha portato un aumento senza pari di problemi di alcol, con 4 famiglie su 10 che hanno consumato più alcol di prima. In particolare sono le donne che si sono attaccate maggiormente alla bottiglia durante la pandemia, e il 53% hanno aumentato i loro fabbisogni di alcol, riporta oggi un’indagine. Gli esperti affermano che molti genitori hanno aumentato la quantità di alcol consumato per far fronte allo stress dell’accudimento dei figli e della loro educazione a casa da marzo (…) L’indagine, compiuta su un campione rappresentativo di 2.000 adulti britannici, commissionata da Help4Addiction, segue un duro avvertimento di esperti del British Medical Journal  sul fatto che la tendenza alla’incremento di danni collegati all’alcol potrebbe durare una generazione. I consumi di alcol ai supermarket sono aumentati del 43% nelle quattro settimane fino a metà giugno“.

Gli esperti intervistati fanno presente che le richieste di aiuto potrebbero avere un forte incremento nei prossimi mesi in occasione del pieno rientro al lavoro di milioni di bevitori. Ciò potrebbe “stressare” oltre misura un sistema sanitario già fortemente sotto pressione a causa del Covid-19 e che sta ancora fronteggiando le negative conseguenze delle politiche di tagli della spesa degli ultimi anni”.

LINK ALL’ARTICOLO (INGLESE)

Questa voce è stata pubblicata in ALCOL, COVID-19, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE. Contrassegna il permalink.