FORTE DIMINUZIONE DEI CONSUMI DI ALCOL IN RUSSIA

Nel periodo 2003-2016, secondo dati diffusi dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), i consumi di alcol in Russia sono diminuiti del 43%. Il report dell’OMS sottolinea come alla diminuzione di consumi di alcol in Russia, per decenni fra i paesi con la più alta prevalenza di consumi di alcol nel mondo, si accompagni un aumento dell’aspettativa di vita, che nel 2018 ha raggiunto livelli record nel paese (68 anni per gli uomini, 78 per le donne). Ciò appare tanto più significativo, tanto più si consideri che in precedenza l’abuso di alcol era riconosciuto come un fattore chiave nella mortalità in Russia, specialmente fra gli uomini in età lavorativa.

A questo positivo risultato hanno contribuito vari elementi. In primo luogo, da alcuni anni le autorità hanno ristretto le modalità di accesso all’alcol, posto restrizioni alla pubblicità di prodotti alcolici e al consumo all’aperto, aumentato le tasse sull’alcol e introdotto orari in cui ne è vietata la vendita. Un altro fondamentale fattore da tenere presente per contestualizzare la forte diminuzione dei consumi di alcol è il cambiamento degli stili di vita; specie fra le classi medie urbane vi è maggiore attenzione, rispetto al passato, agli stili di vita sani.

LINK ALL’ARTICOLO (INGLESE)

Questa voce è stata pubblicata in ALCOL, NORMATIVA. Contrassegna il permalink.