SESSO E USO DI DROGHE NEL REGNO UNITO

Un articolo de l’Indipendent offre interessanti informazioni sul “chemsex“, ovvero l’uso di droghe finalizzato all’aumento del piacere sessuale. Tale pratica sembrerebbe piuttosto popolare nel Regno Unito; secondo un’indagine citata dall’articolo, gli inglesi combinano vari tipi di droghe con il sesso più di ogni altro europeo. Quali sono le principali sostanze usate a tal fine? Secondo l’indagine, che ha coinvolto 22.000 persone nel Regno Unito, sono alcol (usata almeno una volta dal 60%), cannabis (34%), MDMA (20%) e cocaina (13%). L’articolo riporta poi diverse interviste a utilizzatori, che spiegano, sulla base delle loro esperienze, cosa li motiva a usare sostanze psicoattive per migliorare, in teoria, la loro soddisfazione sessuale. La maggioranza di intervistati sottolinea come le sostanze usate riescano a disinibire maggiormente e a rendere più ricca l’intera esperienza, non solo sessuale, specie in caso di incontri con sconosciuti. La ricerca quindi di sensazioni forti si rivela uno dei fattori maggiormente presenti. Alcuni intervistati però rimarcano anche come talvolta l’uso di sostanze abbia comportato esperienze negative, imbarazzanti o spiacevoli.

Il Professor Adam Winstock, commentando i risultati della ricerca, sottolinea le differenze di genere: “Quando gli uomini scelgono quale sostanza usare per fare sesso, scelgono droghe (crystal meth, viagra) che prolungano l’erezione. Le donne, invece, scelgono droghe che sono reputate avere effetti positivi per l’intimità sessuale, l’emotività e la sensualità. Ecco perché tendono a scegliere cannabis e MDMA.”

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in NEW ADDICTION, SALUTE, SOCIETA'. Contrassegna il permalink.