TERAPIA METADONICA: FALSE CREDENZE, STIGMA E PROSPETTIVE

metadoneUn articolo pubblicato su Medicina delle Dipendenze affronta il tema della terapia farmacologica con metadone, provando a mostrare i problemi e le ambivalenze che, da un punto di vista socio-sanitario, culturale e legale, esso pone. La letteratura ha mostrato, anche in tempi recenti, il persistere di un radicato stigma verso il metadone, sia nell’opinione pubblica che in una parte del mondo sanitario. Infatti, nonostante non esistano dubbi, sulla base delle evidenze scientifiche disponibili da molti anni,  che la terapia farmacologica con metadone rappresenti la terapia più efficace, sicura ed economica nel trattamento da dipendenza di eroina, sussistono ostacoli e pregiudizi verso il suo impiego e verso i pazienti che ne usufruiscono. L’articolo ripercorre, anche in una prospettiva storica, le origini e le principali motivazioni della “diffidenza” esistente verso il metadone, analizzando in particolare il contesto statunitense e italiano. Anche la legislazione, in Italia, mostra segni concreti dei pregiudizi e delle diffidenze sul metadone, il cui impiego, normato ancora dal T. U. per le Tossicodipendenze n. 309/90, e dal successivo DM 444/90, pone chiare limitazioni alla sua somministrazione, finalizzata alla disintossicazione, e quindi, imponendo certi tipi di condotta terapeutica. Un altro aspetto rilevante è dato dall’obbligo di screening per diverse sostanze ai lavoratori che dichiarano l’uso terapeutico di metadone, che è oltretutto sempre incompatibile per alcune mansioni lavorative, al di là della concreta condizione clinica del soggetto in trattamento con metadone. La valutazione dell’idoneità alla guida per chi è in trattamento con metadone soffre, in ultima istanza, di forti pregiudizi in confronto a soggetti con altre patologie.

Nella seconda parte dell’articolo vengono affrontati i comportamenti e le credenze alla base dello stigma dei pazienti che utilizzano il metadone con finalità terapeutiche. In ultima analisi, varie ricerche recenti suggeriscono che i pregiudizi verso il metadone e la presenza di stigma verso gli assuntori di tale farmaco orientano in modo negativo la percezione del trattamento con metadone.

Consoli A., De Chiara A., Damiano P., Dipendenza da oppiacei e appropriatezza della terapia metadonica: gli ostacoli di natura individuale e socio-culturale, Medicina delle Dipendenze, giugno 2017, pp. 22-28.

DISPONIBILE C/O CESDA.

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZE, NORMATIVA, SALUTE, SANITA', SOCIETA'. Contrassegna il permalink.