AUMENTO DI INFEZIONI DI EPATITE C E USO DI EROINA

epatite cSecondo un rapporto appena diffuso dai Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CDC) americani, tra il 2010 e il 2015 ci sarebbe stato un incremento delle infezioni del 294 per cento dei casi di Epatite C, dovuto soprattutto all’aumento dell’abuso di eroina e di altre droghe iniettabili tra i giovani. Secondo quanto riportato dal Quotidiano della Sanità, “In particolare, sembra che il ritorno all’uso dell’eroina sia dovuto al fatto che è più economica degli analgesici oppioidi, che sono, tra l’altro, più difficili da reperire a causa di nuovi limiti alla prescrizione. Nel 2015, gli esperti hanno trovato che i tassi di HCV erano superiori alla media nazionale in 17 Stati. E mentre solo tre Stati avrebbero leggi che facilitano l’accesso agli oppioidi legalizzati e che forniscono servizi per chi abusa di droghe per via iniettabile, 24 hanno adottato politiche che restringono l’accesso ai medicinali per il trattamento dell’infezione da HCV. Diciotto Stati, infine, non avrebbero programmi di tutela della salute pubblica che consentono accesso a siringhe nuove, scambio di aghi, decriminalizzazione del possesso di siringhe e vendita al dettaglio delle siringhe senza prescrizione medica. Nel 2013 si calcola che siano stati 19mila i decessi conseguenti all’Epatite C negli Usa, un numero più elevato dei morti provocati dall’insieme delle altre 60 malattie infettive notificate dai CDC”.

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZE, SALUTE, SANITA'. Contrassegna il permalink.