NEL 2016 NUOVO AUMENTO DI DECESSI PER OPPIOIDI NEGLI USA

fentanylSecondo un articolo dell’ABC, nonostante sia stata definita solennemente un’emergenza sanitaria nazionale da anni, non si arresta, ma anzi continua a salire nel 2016 il numero di decessi negli USA attribuiti a oppioidi, arrivato a quota 64.000, per un incremento del 22% rispetto al 2015. Scomponendo i decessi per sostanza coinvolta, risulta che l’aumento di mortalità è principalmente dovuto al fentanyl. Anche il numero di overdose è largamente cresciuto, per farmaci oppioidi prescritti dell’11% nel 2016 rispetto al 2015 e del 20% per l’eroina. “Le morti per overdose sembrano crescere lungo tutte le categorie demografiche -uomini e donne, tutti i gruppi etnici, che vivono in urbani, rurali, suburbani. Tuttavia, le morti per overdose stanno aumentando a ritmo più veloce in alcuni gruppi. Il maggior numero di morti per overdose si registra ancora nei bianchi, ma i neri non ispanici sono stati colpiti dal problema nel 2016, mostrando un incremento del 40%, contro un aumento del 20% nei bianchi. Ciò nonostante, i bianchi rimangono il gruppo etnico più a rischio per la morte dovuta a overdose (…) Alla luce dei dati, l’U.S. Centers for Disease Control and Prevention suggerisce un aumento di accessi per trattamenti all’abuso di oppioidi e un accesso più vasto al naloxone, un farmaco usato nelle emergenze, capace di annullare velocemente gli effetti di un’overdose da oppioidi”

LINK ALL’ARTICOLO (INGLESE)

 

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZA DA SOSTANZE PSICOATTIVE, NORMATIVA, NUOVE DIPENDENZE. Contrassegna il permalink.