FARMACI A BASE DI OPPIACEI: UNO STUDIO NEGLI USA

suboxoneUno studio americano ha analizzato i risultati del programma di monitoraggio sulle prescrizioni di farmaci a base di oppiodi, dal 2004 al 2014, attivo in 36 stati degli USA. Lo studio è di interesse, anche per il pubblico europeo, perché riguarda un fenomeno molto discusso, la prescrizione per usi non medici dei farmaci a base di oppiodi. Lo studio, pubblicato sulla rivista Addictive Behaviors, ha scoperto che negli stati in cui ai medici era richiesta la compilazione degli atti in un database online, prima di prescrivere una ricetta per farmaci oppiodi, la probabilità che due o più dottori dessero degli antidolorifici per scopi non medici a un singolo paziente si riducevano dell’80%. Gli stati che hanno implementato programmi di monitoraggio su base volontaria hanno mostrato sin qui una riduzione molto significativa -ben il 56%- della percentuale di dottori usati in modo strumentale per la prescrizione. “Il nostro studio mostra che i programmi di monitoraggio delle prescrizioni di droghe sono una parte promettente della strategia composita per ridure l’epidemia di oppiodi”, afferma Ryan Mutter, uno degli autori dello studio.

LINK ALLO STUDIO (INGLESE)

Questa voce è stata pubblicata in NORMATIVA, OPPIACEI. Contrassegna il permalink.