RITIRO SOCIALE, IDEE SUICIDIARIE E PANDEMIA NEGLI ADOLESCENTI

Sul settimanale Vita, in un’intervista Antonio Piotti, docente dell’Alta Scuola di Psicoterapia del centro Minotauro, riflette sull’aumento delle condizioni di forte disagio nei giovani e su come la pandemia abbia influito sul ritiro sociale e sulle idee suicidiarie. Secondo la recente esperienza clinica di Piotti, l’aumento di disturbi in questa classe d’età è precedente alla pandemia, ma è chiaro che Sars-Cov-19 ha impattato fortemente sui disturbi dal comportamento alimentare, gli stati d’ansia, l’autolesionismo e l’aspirazione alla morte, specie nelle ragazze. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, DISTURBI COMPORTAMENTO ALIMENTARE, GIOVANI, HIKIKOMORI | 31 letture

DIPENDENZA DA ALCOL E AZZARDO IN ETA’ ANZIANA IN UNA RICERCA LOMBARDA

A fine 2021 è stata pubblicata una ricerca promossa dal Croas, il consiglio degli assistenti sociali della Lombardia, sul problema del gioco d’azzardo e della dipendenza da alcol in età anziana. Secondo i dati raccolti, i fenomeni del bere e del gioco d’azzardo in età anziana non sono affatto realtà sommerse: 1.081 assistenti sociali hanno avuto esperienze dirette (specie in ambito professionale) con bevitori tardivi, 1.155 con giocatori. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOL, COVID-19, DISTURBO DA GIOCO D'AZZARDO, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, PREVENZIONE | 36 letture

CANNABIS LIGHT: RITORNO ALL’ILLEGALITA’?

Nei giorni scorsi, alcune prese di posizione su un recente provvedimento normativo sulle piante officinali, hanno paventato il rischio di un ritorno della cosiddetta “cannabis light” a uno statuto di illegalità. La Conferenza Stato Regioni ha infatti adottato un Decreto interministeriale che, definendo «l’elenco delle specie di piante officinali coltivate nonché criteri di raccolta e prima trasformazione delle specie di piante officinali spontanee», sembra vietare la coltivazione della pianta della cannabis, a prescindere dalla percentuale di THC. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, NORMATIVA | 32 letture

DIPENDENZA DA VIDEOGIOCHI COME NUOVA PATOLOGIA “AUTONOMA”?

Un articolo del sito valigia Blu propone un’interessante e dettagliata ricostruzione del dibattito scientifico attorno all’inserimento del Gaming Disorder nell’ICD11 (International Classification of Disease). Se l’Internet Gaming Disorder (IGD) è già stato inserito nel DSM V (Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali) da parte dell’American Psychiatric Association nel 2013, è solo nel 2018 che OMS propone di inserire il disturbo da dipendenza da videogiochi nel manuale diagnostico ICD-11, rimandando la sua attuazione nel 2022. Tuttavia, come spiegato nell’articolo, alcuni dubbi e critiche ne stanno rallentando la ratifica. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, GAMING, HIKIKOMORI | 59 letture

REGOLAZIONE DEL GIOCO D’AZZARDO E INTERESSI CRIMINALI A NAPOLI

I dati in Italia degli ultimi due anni sul gioco d’azzardo fotografano una diminuzione di giochi e giocatori in presenza e di un aumento dell’azzardo online, come ovvio riflesso delle chiusure delle sale giochi a causa della pandemia. Attraverso il racconti di un caso di azzardo patologico che ha coinvolto un gruppo di giovani ragazzi di Napoli, il dott. Pasquale Riccio riflette sui ritardi della politica nella regolazione più stringente del gioco d’azzardo e nella prevenzione del gioco d’azzardo patologico. Continua a leggere

Pubblicato in DISTURBO DA GIOCO D'AZZARDO, NORMATIVA, PREVENZIONE | 63 letture

LA COMMISSIONE EUROPEA PROPONE UNA NUOVA AGENZIA ANTIDROGA EUROPEA

L’Ansa rende noto che la Commissione Europea ha proposto di allargare il ruolo e  le funzioni dell‘Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (Emcdda), rendendolo un centro di riferimento europeo anche per la sicurezza, la prevenzione e la protezione dei cittadini rispetto alle sostanze illegali.   Continua a leggere

Pubblicato in NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, PREVENZIONE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 59 letture

EQUIVOCI E CHIARIMENTI SUL REFERENDUM CANNABIS

In una risposta pubblicata su Fuoriluogo, Leonardo Fiorentini interviene sul merito di alcune osservazioni polemiche di Pino Arlacchi, ex eurodeputato e vice segretario dell’ONU, fra i massimi esperti della questione droghe, rispetto ai contenuti del referendum sulla cannabis. Secondo Fiorentini, Arlacchi equivoca alcune proposte, specie il presunto via libero alla coltivazione di qualsiasi pianta attualmente proibita. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOL, CANNABIS, CARCERE, NORMATIVA, TABACCO | 57 letture

PSICHEDELICI, NUOVI MERCATI LEGALI E PROFITTI

Un articolo pubblicato originariamente sul Guardian, e tradotto in italiano sul sito di Aduc, apporta preziose informazioni sulle nuove nicchie di mercato legale che negli USA si stanno aprendo rispetto alle legalizzazione, in alcuni stati, delle sostanze psichedeliche e all’imminente autorizzazione federale all’uso medico di psichedelici per alcune patologie. Oltre ai rischi associati alle strategie di alcune aziende, il pericolo è che cominci una spinta, trainata da interessi economici, all’utilizzo di psichedelici per una lunga lista di disturbi, al di là del loro effettivo valore terapeutico. Continua a leggere

Pubblicato in ALTRE SOSTANZE PSICOATTIVE, NORMATIVA, OPPIACEI, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 111 letture

ARLACCHI: PERICOLOSO VIA LIBERA ALLE DROGHE CON IL REFERENDUM

Secondo Pino Arlacchi, ex vice-presidente dell’ONU e fra i massimi esperti di politiche antidroga, i quesiti referendari proposti sarebbero assai pericolosi, in quanto consentirebbero la coltivazione di qualsiasi pianta attualmente proibita, compreso oppio e coca. Inoltre, il secondo quesito proposto toglierebbe ogni sanzione penale rispetto alle condotte legate alla cannabis, aprendo di fatto alla sua legalizzazione.   Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, NORMATIVA, OPPIACEI, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 63 letture

AUGURI DI FELICE ANNO NUOVO

L’équipe di CESDA formula a tutti i colleghi e alle colleghe dell’Area Dipendenze dell’AUSL Toscana Centro, oltre che ai colleghi delle altre aziende sanitarie toscane e ai lettori e alle lettrici del sito, i migliori auguri per un felice 2022. Continua a leggere

Pubblicato in NEWS DAL CESDA | 127 letture