POSSIBILI MISURE PER RIDURRE CASI DI TUMORE E DI DECESSI ALCOL-CORRELATI

Secondo un nuovo studio dell‘OMS, pubblicato su Lancet Regional Health – Europe, attraverso un raddoppio delle attuali accise sulle bevande alcoliche, sarebbe possibile evitare in Europa 10.700 nuovi casi di cancro e 4.850 decessi per cancro correlati all’alcol. In particolare, se l’incremento delle accise venisse attuato, lo studio stima che più di 1.000 decessi di donne per cancro al seno e 1.700 decessi di uomini e donne dal cancro del colon-retto sarebbero evitati. “Nel 2020, più di 4,8 milioni di persone nella regione europea dell’OMS hanno sviluppato il cancro”, ha affermato la dott.ssa Carina Ferreira-Borges, capo ad interim dell’Ufficio europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili dell’OMS e uno degli autori dello studio. “Il tasso di cancro nella Regione è il più alto al mondo e a questo contribuiscono gli alti livelli di consumo di alcol. L’alcol è legato a 7 diversi tipi di cancro. La buona notizia è che in Europa si potrebbe prevenire fino al 40% dei tumori e abbiamo molte opportunità di sconfiggere il cancro come una malattia mortale nel prossimo futuro”.

Fra gli altri tipi di intervento in grado di limitare l’uso di alcol e che potrebbero quindi concorrere a una diminuzione di casi di tumore e di decessi correlati, lo studio cita due misure:  – promulgare e far rispettare restrizioni sulla disponibilità fisica di alcolici al dettaglio, ad esempio, attraverso orari di vendita ridotti; – emanare e far rispettare divieti o restrizioni complete sull’esposizione alla pubblicità di alcolici (su più tipi di media).

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in ALCOL, NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE. Contrassegna il permalink.