LE POLITICHE INTERSETTORIALI PER PROMUOVERE AMBIENTI COMPLETAMENTE LIBERI DAL FUMO

La pubblicazione OMS sottolinea come i benefici in termini di riduzione di nascite pretermine, ricoveri causati dall’asma e visite ospedaliere per gravi infezioni delle vie respiratorie siano maggiori laddove sono in vigore politiche antifumo generalizzate, che vietano il fumo in tutti i luoghi pubblici chiusi senza eccezioni (eliminando, per esempio, le sale fumatori dei ristoranti). Queste sono presenti solo in 62 nazioni (22% della popolazione globale).
L’OMS ribadisce, quindi, l’importanza di programmare azioni di prevenzione e promozione della salute: 

  • nei servizi sanitari, con la raccomandazione di rafforzare e integrare la formazione su queste tematiche dei professionisti coinvolti nella assistenza alle coppie che stanno pianificando una gravidanza, alle donne incinte e i loro partner e ai neo genitori, affinché offrano un counselling dedicato a questi aspetti, e promuovendo accesso gratuito ai servizi per smettere di fumare
  • in ambito educativo per raggiungere i bambini e i giovani attraverso programmi per sviluppare abilità utili a gestire in modo efficace le informazioni riguardanti la salute e la sua tutela, abilità che per gli adolescenti si manifestano anche nella capacità di prendere decisioni consapevoli circa la propria salute.Viene inoltre richiamata l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU dove tra i traguardi da raggiungere c’è il rafforzamento dell’attuazione della FCTC in tutti i Paesi.
    In conclusione, il documento mette in evidenza il file rouge che unisce la Nurturing Care con la FCTC e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per il 2030: l’urgenza di investire nella tutela della salute e nella promozione delle potenzialità degli individui fin da prima della nascita e supportarle in tutto il percorso di vita.
    Documento: https://apps.who.int/iris/bitstream/handle/10665/340162/9789240022218-eng.pdf
Questa voce è stata pubblicata in POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, TABACCO. Contrassegna il permalink.