L’ESPERIENZA DEL CENTRO TERAPEUTICO RIABILITATIVO “STELLA POLARE”

Nell’articolo I SERVIZI PER LE DIPENDENZE DI FRONTE ALL’EMERGENZA COVID19: L’ESPERIENZA DEL CENTRO TERAPEUTICO RIABILITATIVO “STELLA POLARE” ASL ROMA 1, a cura di S. Sciortino, C. Dalpiaz, S. Mangone, S. Di Nepi, D. Nacca, S. Reali, P. Casella (pag. 40-49), dal FARE al DIRE n°3 2020, ci viene offerta una narrazione del lavoro svolto nel Centro Semiresidenziale Terapeutico Riabilitativo, rivolto a persone dipendenti da sostanze anche in presenza di comorbilità psichiatriche a seguito del repentino cambio di scenario che la pandemia ha imposto.Nella volontà imperativa di garantire continuità terapeutiche e nello sforzo di indagare a fondo i vissuti emotivi – dagli schemi mentali disfunzionali, al monitoraggio dell’umore e del senso di alienazione, la gestione di emozioni scomode, quali noia, frustrazione, senso di isolamento e precarietà degli utenti – il Centro ha elaborato e somministrato un questionario online. Il questionario è risultato essere anche una sorta di valutazione e customer satisfaction delle attività proposte dal centro, e nel corpo dell’articolo vengono riportati i dati emersi e la loro analisi. Certo è che, ancora una volta, l’enfasi conclusiva è posta sulla necessità di rafforzare e metter a sistema l’uso dei mezzi digitali, ma anche la necessaria formazione del personale che questo cambio di passo impone, e quindi la necessità di investire in risorse e personale, nonché nell’individuazione di piani di intervento rapidi ….per non trovarsi impreparati…mai più.

Dal Fare al Dire n°3 2020
S. Sciortino, C. Dalpiaz, S. Mangone, et al., I servizi per le dipendenze di fronte all’emergenza covid19: l’esperienza del centro Terapeutico Riabilitativo Stella Polare ASL ROMA1, 40-49

Questa voce è stata pubblicata in COVID-19, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE. Contrassegna il permalink.