USO DI SOSTANZE, PANDEMIA E DIPENDENZE

Nel nuovo numero di Medicina delle Dipendenze un articolo di Mallet, Dubertret e Le Strat affronta il tema delle dipendenze durante il Covid-19 attraverso una revisione della letteratura sugli studi relativi alle principali dipendenze, nonché sulle relazioni tra uso di sostanze durante il lockdown e Covid-19. La revisione della letteratura, condotta sugli articoli, in lingua francese e inglese, nelle principali banche dati, ha permesso di selezionare una discreta mole di dati e di informazioni sulle principali sostanze psicoattive e sulle loro manifestazioni cliniche durante la pandemia. In particolare, sono stati approfonditi alcol, tabacco, oppiacei, cannabis, nonché il gioco d’azzardo. Nella discussione, gli autori sottolineano che le evidenze diponibili sono ancora molto limitate, in particolare per l‘insufficienza o la mancanza di dati clinici, che rendono alcune conclusioni speculative. Un elemento di fondo evidenziato dai ricercatori è che nel complesso “i pazienti con dipendenza hanno un rischio aumentato di infezioni e di sviluppare forme gravi di esse” per il potenziale effetto reciproco fra SARS-Cov-2 e disturbi da uso di sostanze.

Sulla nicotina, si evidenzia dalla revisione un possibile (e paradossale) effetto protettivo attribuibile al recettore nicotinico dell’acetilcolina, che va comunque dimostrata con ulteriori studi clinici. Riassume i più importanti risultati dell’articolo una tavola che sintetizza, per alcol, tabacco, cannabis e oppiacei, l’impatto dell’uso sul Covid-19, sul suo decorso e sua prognosi, l’impatto del lockdown sull’uso delle sostanze e sulle cure per le sostanze. Completa la tavola una stima sull’impatto della fine del lockdown sui problemi correlati all’uso di sostanze, secondo la quale è previsto un aumento per alcol e tabacco, e un probabile aumento delle overdose (dovuto a una diminuzione della tolleranza) per gli oppiacei.

Mallet J., Dubertet C., Le Strat Y., Le dipendenze all’epoca del COVID-10: evidenze disponibili, prospettive future. Una revisione sistematica, Medicina delle Dipendenze, anno X, 40, dicembre 2020, pp. 5-14.

DISPONIBILE C/O CESDA

Questa voce è stata pubblicata in ALCOL, CANNABIS, COVID-19, OPPIACEI, SOSTANZE PSICOATTIVE, TABACCO. Contrassegna il permalink.