SEQUESTRI DI SOSTANZE IN ITALIA: VALORI RECORD PER LA COCAINA

Grossi cambiamenti nei sequestri di sostanze avvenuti in Italia nel 2019. Se nel 2018 si erano registrati valori molto alti per la cannabis, nel 2019 è la cocaina la sostanza per la quale si assiste a un notevole aumento di sequestri. “Con il 2019, il quadro dei sequestri sembra dover essere destinato ad uno scossone senza precedenti. Il primo dato eclatante riguarda i sequestri di cocaina che fanno registrare una sorta di effetto rimbalzo. Se dovessero essere confermati nel rapporto annuale, i sequestri di cocaina potrebbero superare le 7 tonnellate. Un dato che potrebbe fissare un nuovo record assoluto per i sequestri di cocaina in Italia. Mai, nel nostro paese, si e’ sequestrata cosi’ tanta polvere bianca. Il dato piu’ alto, ad oggi, riguarda quello del 2011, quando i sequestri di cocaina superarono le 6 tonnellate, e quello del 1994 quando in un solo anno si sequestrarono oltre 6,6 tonnellate di cocaina, quasi esclusivamente per merito di un singolo sequestro avvenuto a Borgaro Torinese di oltre 5 tonnellate (ad oggi il record mai battuto di sequestro singolo di cocaina in Italia). Contrariamente ai trend registrati fino al 2018, inoltre, i dati provvisori sui sequestri di eroina nel 2019 risultano in calo e in linea con quelli del 2017. Un calo che andrebbe quindi a smorzare quella che la relazione del 2019 (con dati al 2018) definisce come “ripresa dei traffici di eroina nel nostro Paese, sostenuta verosimilmente da un consolidamento della domanda di questo stupefacente nel mercato di consumo nazionale”. Sono i sequestri di cannabis, infine, la terza e ultima novita’ che potrebbe portare la relazione 2020. Secondo i dati provvisori, infatti, i sequestri complessivi di cannabis supererebbero di poco le 40 tonnellate. Ben al di sotto della meta’ rispetto all’ammontare complessivo del 2018“.

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in CANNABIS, COCAINA. Contrassegna il permalink.