ITALIANI E SMARTPHONE

SMARTPHONENe soffrono in 7 su 10, soprattutto donne e giovani.
Sono più di 7 su 10 gli italiani ossessionati dallo smartphone che potrebbero ricevere una diagnosi di ‘sindrome da hand-phone‘, una sorta di dipendenza che impedirebbe di staccare gli occhi dallo schermo del proprio cellulare. Ad avvertire gli abitanti dello Stivale sono gli ideatori della campagna ‘Coppa Libera Tutti’, ideata proprio per liberare gli italiani dall’ossessione per lo smartphone e aiutarli a ritornare a vivere il piacere della condivisione nel mondo reale.
Un’indagine condotta mediante Web Opinion Analysis proprio all’interno di questa iniziativa – lanciata qualche tempo fa grazie alla serie web avente come protagonista il biker e youtuber Claudio Di Biagio – ha infatti svelato che il 72% degli italiani vive praticamente con lo smartphone in mano.
I dati diffusi sono preoccupanti. Il 19% degli italiani utilizzi lo smartphone per circa 6 ore al giorno, ma che tra i più giovani questa percentuale salga addirittura al 42%. Nel 21% dei casi lo smartphone sarebbe invece utilizzato per 4 ore al giorno, e un altro 41% di italiani si limiterebbe a 2 ore. Solo un altro 19% lo utilizzerebbe meno di un’ora al giorno.
Nel 78% lo smartphone sarebbe utilizzato soprattutto sui mezzi pubblici, nel 69% sul luogo di lavoro e nel 41% in vacanza, e la dipendenza sarebbe più diffusa fra le donne (58%) e nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 24 anni (67%).
A soffrirne sarebbero però anche molti uomini (43%), i 35-54enni (56%) e i più giovani (in particolare, il 31% degli italiani di età compresa tra i 13 e i 17 anni), che si ritrovano costretti a fare tutto con una sola mano perché l’altra è costantemente occupata con il touchscreen (da qui il nome ‘sindrome da hand-phone’).

Campagna Coppa Libera Tutti

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZE COMPORTAMENTALI, NEWS DAL CESDA. Contrassegna il permalink.