COMUNITA’ IN RETE. Relazioni sociali e comunicazione da computer

COMUNITA’ IN RETE. Relazioni sociali e comunicazione da computer
A cura di Mario Benedittis
Franco Angeli, Milano 2003

A partire dalla metà degli anni Ottanta e, in modo esponenzialmente crescente nel corso di tutti gli anni Novanta, il termine “comunità” si è ripresentato con forza tanto nell’ambito delle scienza sociali e filosofiche, quanto in quello del senso comune e della vita quotidiana. In questo decennio è cresciuta la “voglia di comunità” e, paradossalmente, uno degli ambiti più investiti da questo sentimento nostalgico verso un legame sociale di tipo comunitario è proprio quello delle nuove tecnologie della comunicazione che, contribuendo al processo di distanziazione spazio-temporale tipico della società contemporanea, sono una delle fonti di quel senso di sradicamento, di moltiplicazione delle opportunità di contatto dalla quale deriva il bisogno di trovare un luogo sicuro, stabile e accogliente, che conferisca a chi lo frequenta un certo senso di controllo sulla realtà: appunto una comunità.
A fronte di una sovrapproduzione anglofona di articoli, e ricerche su questo tema, in Italia le pubblicazioni sul tema “comunità virtuali” sono piuttosto carenti, così come lo stato della ricerca: se non manca il dibattito attorno alle nuove tecnologie della comunicazione, il tema della comunità è di rado affrontato in maniera approfondita da un punto di vista empirico o restituendo almeno lo stato dell’arte sull’argomento. Il volume, attraverso numerosi saggi, analizza gli aspetti sociali legati all’utilizzo e alla creazione delle comunità virtuali, esaminando le implicazioni di ordine politico e sociale che riguardano l’avvento di una nuova cultura.
Gli autori, inoltre, analizzano la più ampia varietà di problematiche che ruotano attorno al tema della comunità in rete.