DOCUMENTARE LE DIPENDENZE

Una delle necessità più significative che emerge in area socio-sanitaria è quella di ampliare il patrimonio di conoscenze specifiche su un tema, integrandolo con altre informazioni che ad esso si correlano.
Nel campo delle dipendnze questa esigenza diviene anche uno strumento operativo importantissimo per consentire un costante monitoraggio dei fenomeni, la condivisione di un linguaggio tecnico comune, l’aggiornamento continuo degli operatori.
Il Cesda ha realizzato una pubblicazione sulle dipendenze avente come priorità quella di promuovere una riflessione sul lavoro di cura e sui modelli operativi rispetto alla continua evoluzione dei contesti.
Il lavoro è stato costruito attraverso una rassegna sistematica delle principali riviste scientifiche a cui il Centro Studi, Ricerca e Documentazione su Tossicodipendenze e Aids – Cesda è abbonato. Nello specifico sono stati selezionati e suddivisi per tematiche gli articoli ritenuti di maggior interesse e per alcuni di questi è stato prodotto un abstract dei contenuti.
La ragione per cui si è deciso di utilizzare e interrogare le riviste scientifiche per realizzare il presente lavoro è legata alla maggiore attualità dei contenuti e alla minore accessibilità delle stesse rispetto alle pubblicazioni monografiche; inoltre molte delle riviste utilizzate sono riviste del settore e pertanto riportano esperienze e progetti specifici.

I criteri utilizzati per la selezione degli articoli sono stati l’autorevolezza della rivista e degli autori, la rilevanza e l’attualità dei contenuti, l’attinenza dell’argomento ai temi trattati dal Centro Studi Dipendenze e Aids.
Questa pubblicazione vuole rappresentare un momento di approfondimento rispetto alle nuove tendenze e ai nuovi consumi che si sviluppano ed intersecano ad altri cambiamenti sociali.
Per questa ragione si è ritenuto utile allargare il tema delle dipendenze con contributi di articoli su temi “prossimi”: immigrazione, minori, carcere…rispecchiando la complessità e la multidisciplinarietà con le quali sono stati pensati e nel tempo riorganizzati i servizi per le dipendenze.
La pubblicazione che si riferisce al periodo giugno 2011 – 2012, non ha la pretesa di essere esaustiva, tuttavia riteniamo possa essere uno strumento di facile consultazione e di accrescimento rispetto alle esigenze di formazione e aggiornamento dei servizi, con una ricaduta positiva sulla qualità dell’assistenza.

DOCUMENTARE LE DIPENDENZE

Questa voce è stata pubblicata in ALCOL, ALTRE DIPENDENZE COMPORTAMENTALI, ALTRE SOSTANZE PSICOATTIVE, CANNABIS, CARCERE, COCAINA, DISTURBI COMPORTAMENTO ALIMENTARE, DISTURBO DA GIOCO D'AZZARDO, EROINA, GAMING, GIOVANI, HIV/AIDS, INTERNET, NEWS DAL CESDA, NUOVE DIPENDENZE, NUOVE SOSTANZE PSICOATTIVE, OPPIACEI, POLITICHE SANITARIE, PREVENZIONE, TABACCO. Contrassegna il permalink.