LA SUPREMA CORTE MESSICANA DEPENALIZZA CONSUMO MARIJUANA

Da mesi si attendeva che il Parlamento messicano promulgasse, in seguito ai chiari pronunciamenti della Suprema Corte, una legge organica sulla cannabis, con un nuovo sistema di regolazione sui consumi e sulle modalità legali di produzione, trasporto e vendita. Stante la prolungata impasse politica, ieri la Suprema Corte ha definitivamente depenalizzato (con un’ampia maggioranza di otto voti a favore e 3 contrari) il consumo di marijuana a scopo ricreativo, giudicando incostituzionale alcune norme che lo vietavano. Si tratta di un provvedimento storico, come riconosciuto dallo stesso Presidente della Suprema Corte, Arturo Zaldívar, il quale ha affermato che si è trattato di «una giornata storica per la libertà». Tuttavia, restano numerosi interrogativi aperti. In particolare, viene fatto notare come il pronunciamento abroghi alcune disposizioni, consentendo di coltivare e consumare piccole quantità di marijuana, ma non dice nulla sul possesso e sul trasporto della marijuana. Tali aspetti, di fondamentale importanza, restano affidati al Parlamento che, dopo l’approvazione alla Camera di una legge organica nei mesi scorsi, deve ancora ratificarla in modo definitivo al Senato.

LINK ALLA NOTIZIA

Questa voce è stata pubblicata in CANNABIS, NORMATIVA. Contrassegna il permalink.