IX CONGRESSO NAZIONALE DI FEDERSERD: RAFFORZARE PERSONALE E SISTEMA PUBBLICO DIPENDENZE

Il Quotidiano della Sanità ospita un articolo dedicato al IX Congresso Nazionale di FederSerd, di cui ieri era la giornata di apertura, svolto in modalità online. Fra gli interventi iniziali, il vice-ministro alla Salute Sileri ha ribadito l’impegno a un rafforzamento degli investimenti nell’area delle dipendenze, a partire dal personale. “In apertura il presidente nazionale di FeDerSerD prof. Guido Faillace si è soffermato sulla centralità dei SerD e sulle nuove politiche necessarie per lo sviluppo del sistema di intervento. Ha richiamato le responsabilità della politica e offerto la disponibilità della Federazione per l’impegno ai livelli istituzionali. Ha voluto rimarcare l’impegno della società scientifica nel campo formativo anche in questo lungo periodo pandemico nonché la vicinanza agli operatori, ai servizi e ai pazienti.

Il Viceministro alla Salute sen. Pierpaolo Sileri, in collegamento in apertura, ha ricordato “la necessità di un maggior impegno del Ministero della Salute per l’area delle dipendenze. Oltre a formulare un invito per un incontro de visu con proposte anche di urgenza da assumere, si è soffermato sulla inderogabilità degli investimenti, a partire da quelli in personale”.

Il membro del comitato degli esperti in materia economica e sociale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Consiglio Superiore di Sanità prof. Fabrizio Starace ha ricordato i dati epidemiologici importanti per il settore. Si è soffermato sull’impegno personale per concretizzare la indicazione ad un incremento del 35% delle dotazioni di personale per i Servizi. Infine ha sottolineato la necessità di affrontare la comorbidità psichiatrica anche negli assetti organizzativi e la centralità dei percorsi formativi universitari necessari per le dipendenze.

Il past president di FeDerSerD prof. Alfio Lucchini ringraziando gli illustri ospiti ne ha sottolineato la vicinanza e la competenza sul tema. Ha ricordato i documenti della Federazione inviati al Governo e ai gruppi di lavoro tecnici nazionali sulla realtà dell’intervento dei SerD nella sanità territoriale del paese, e le necessità degli operatori e professionisti italiani del sistema delle dipendenze, rese ancora più evidenti in questa situazione pandemica di prima linea a garanzia dei livelli essenziali di assistenza.”

Questa voce è stata pubblicata in POLITICHE SOCIALI E SANITARIE. Contrassegna il permalink.