DROGHE: DIRETTIVA PER LE PREFETTURE DEL MINISTRO DELL’INTERNO

Il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, al termine dell’audizione in Commissione antimafia, ha firmato una direttiva per le prefetture per costituire dei comitati dedicati all’uso di sostanze stupefacenti con particolare attenzione per i giovani.

Ci preoccupa il fatto che ragazzi giovani siano dediti alla droga, ha affermato il ministro, sottolineando che “occorre che le famiglie vengano inserite a livello sociale in un circuito virtuoso”.
Le famiglie devono essere coinvolte “perché non è possibile che non ci si renda conto di un ragazzo che ha delle difficoltà, dovute all’ambiente che frequenta, alla crescita o alle tante motivazioni di carattere sociale” – ha spiegato.
Anche la scuola deve avere un ruolo: “deve insegnare ai giovani a crescere nel modo migliore, ad affrontare le difficoltà e renderli più forti. Si può essere forti se si ha un contesto che ti supporta”.
Inoltre Lamorgese ha fatto notare come ci sia necessità di andare nelle zone degradate, zone che richiedono interventi particolari, lo Stato deve essere presente nelle periferie.

Questa voce è stata pubblicata in ALCOL, ALTRE SOSTANZE PSICOATTIVE, CANNABIS, COCAINA, EROINA, GIOVANI, NUOVE SOSTANZE PSICOATTIVE, OPPIACEI, PREVENZIONE, TABACCO. Contrassegna il permalink.