STELLA (SITD): AUMENTARE LE RISORSE PER I SERVIZI DI CURA DELLE DIPENDENZE

Luigi Stella, Presidente Nazionale di Società Italiana Tossicodipendenze (SITD), in una lettera al direttore di “Quotidiano della sanità”, affronta alcune problematiche aperte nel campo delle dipendenze da sostanze. Stella, dopo avere evidenziato che per il secondo anno consecutivo vi è un trend in aumento per le overdose in Italia, argomenta le ragioni per le quali sarebbe interesse generale aumentare le risorse per il settore, invertendo la tendenza alla riduzione delle spese. “Nel nostro settore, i segnali ci sono tutti, si parla di ridurre i costi tout court, sotto una spinta estemporanea e senza una programmazione. Tutti gli studi in letteratura di farmacoeconomia e di epidemiologia, indicano che nel nostro segmento i risparmi nel breve periodo si traducono in un aggravio di spesa quintuplicato nel periodo medio-lungo, sia in termini di vite perse che per quando riguarda le spese per curare le patologie correlate alla tossicodipendenza (infezioni da HCV e HIV, ecc.). Fortunatamente, lo spettro americano per il momento è ancora distante, infatti Loro hanno superato i 77 mila decessi per overdose.

Tutta una serie di difficoltà sta contribuendo nel nostra paese ad affossare quanto di buono si è cercato di costruire in questi anni con la Legge 309/90 e la Legge 45, cosiddetta Legge Lumia. Dappertutto i Servizi di psichiatria stanno fagocitando i Ser. D., infatti ormai poche Regioni resistono a questo scempio sistematico. Questo disastro è sotto gli occhi di tutti, ma nessuno muove un dito per fronteggiare la situazione. E’ singolare che gli USA, sotto la spinta di questa epidemia di decessi, configurandosi come un problema di Sanità Pubblica, l’America ha invertito la rotta sulle politiche sulle droghe, infatti le Dipendenze sono uscite dalla psichiatria per passare nella Medicina Preventiva. E invece noi ripercorriamo le politiche degli americani anche quando sono fallimentari”.

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZA DA SOSTANZE PSICOATTIVE, EROINA, OPPIACEI, POLITICHE SANITARIE. Contrassegna il permalink.