OPERATORI DI STRADA E IL CONTRASTO ALLE DROGHE: 25 ANNI DOPO LA CARTA DI CERTALDO

Nel 1994 a Certaldo (Fi), all’interno di un convegno dedicato agli operatori di strada, fu stilata la Carta di Certaldo, documento che si può considerare fondativo del lavoro di strada in Italia, definendo una cornice metodologica condivisa per la progettazione, lo sviluppo e la valutazione del lavoro di strada. Dopo 25 anni di progetti, sperimentazioni e iniziative legate in primo luogo alla prevenzione, alla riduzione del danno e dei rischi nell’ambito delle dipendenze, un evento di tre giorni, dal 7 al 9 novembre 2019 a Firenze (via Pier Capponi 7), ricorda tale convegno e rilancia prospettive future. Il convegno, organizzato da Gruppo Abele, coop soc Cat di Firenze, in collaborazione con CGIL e CNCA, intende “rilanciare il valore sociale, culturale e politico di un approccio che rovescia gli schemi classici della relazione (di aiuto e cura) tra professionista e utente”. Molto ricca la platea di relatori e di ospiti della tre giorni: Leopoldo Grosso, presidente onorario del Gruppo Abele, Stefano Bertoletti, C.A.T. Firenze; Agostino Petrillo, professore di Sociologia Urbana al Politecnico di Milano; Claudio Cippitelli, sociologo Coop Sociale Parsec; Stefano Vecchio, presidente Forum Droghe; Giuseppe Di Pino, operatore di Strada e Coordinamento Itardd; Marco Battini, Coop Centro Sociale Giovanni XXIII Reggio Emilia; Flavia Fratello, giornalista La7; Massimo Cirri, giornalista, Caterpillar, Rai Radio 2; Fabrizia Bagozzi, giornalista; la redazione di Animazione Sociale; Rosy Bindi, già ministro della Sanità e ministro per le Politiche della famiglia; Denise Amerini, CIGL Nazionale, Dipartimento Welfare, responsabile Dipendenze; Susanna Ronconi, ricercatrice e attivista, Forum Droghe; Edoardo Polidori, direttore UO Dipendenze Patologiche di Forlì e Rimini; Giovanni Maria Flick, già ministro della Giustizia; Simone Silvestri, magistrato; Antonio Mumolo, Avvocati di Strada; Maurizio Landini, segretario generale CIGL; Dario Nardella, sindaco di Firenze; Enrico Rossi, governatore della Regione Toscana; Riccardo De Facci, presidente nazionale CNCA; don Luigi Ciotti, presidente Gruppo Abele e Libera. Responsabile scientifico Lorenzo Camoletto, formatore Gruppo Abele e presidente Cnca Piemonte-Liguria.

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZA DA SOSTANZE PSICOATTIVE, POLITICHE SANITARIE. Contrassegna il permalink.