SALVINI: CHIUDERE I NEGOZI DI CANNABIS LIGHT

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, parlando con i giornalisti, ha rilasciato importanti dichiarazioni in materia di sostanze psicoattive, rilevando che è sua intenzione chiudere tutti i negozi che vendono cannabis light e di vietare ogni tipo di festa legata alla canapa.  Salvini ha inoltre confermato un’idea forte di proibizionismo e di impegno dello Stato contro ogni tipo di legalizzazione o di liberalizzazione delle sostanze psicoattive. Le precise parole del ministro, riportate da un’articolo del Corriere della Sera, sono le seguenti: “La droga è un’emergenza nazionale devastante e dunque dobbiamo usare tutti i metodi democratici per chiudere questi luoghi di rieducazione di massa. Identico approccio avrò da oggi per tutte le feste della cannabis in giro per l’Italia: chiederò che siano proibite tutte, anche perché poi quando si svolgono si beccano chili di sostanze a cielo aperto. Lo Stato spacciatore non é lo Stato di cui faccio il ministro». Chiarendo di essere contro ogni tipo di legalizzazione, distribuzione, regolamentazione e sperimentazione, ha detto di trovare «inaccettabile l’idea che drogarsi sia lecito: possono accusarmi di bigottismo ma li vieteremo uno per uno. una battaglia di civiltà: stiamo mettendo a rischio una intera generazione facendo finta che la droga non sia un problema. Noi non vogliamo punire i consumatori, mi interessa la galera certa per gli spacciatori trovati in flagranza di reato. La stragrande maggioranza delle comunità di recupero attorno al tavolo mi ha chiesto un approccio rigido».

LINK ALLA NOTIZIA

Questa voce è stata pubblicata in CANNABIS, NORMATIVA. Contrassegna il permalink.