DEPRESSIONE E USO DI CANNABIS NEI GIOVANI

Uno studio anglo-canadese ha provato a quantificare quanto l’uso di cannabis nei giovani, definiti come persone di età inferiore ai 35 anni, aumenti il rischio di depressione. I ricercatori hanno analizzato 11 precedenti studi, che hanno coinvolto 23.000 soggetti, escludendo coloro che avevano già manifestato sintomi di depressione o che avevano familiari diagnosticati come depressi. Lo studio ha stimato che i soggetti che usano cannabis prima dei 18 anni hanno il 35-37% di probabilità in più di sviluppare depressione da adulti. Ciò sarebbe da attribuirsi agli effetti negativi della cannabis in un periodo in cui il cervello è ancora in fase di sviluppo, specie nelle aree del pensiero emotivo e nei livelli di serotonina. Lo studio ha inoltre provato a ricercare associazioni fra uso di cannabis prima dei 18 anni, ansia e suicidio. Nonostante si evidenzino delle associazioni (nel caso del suicidio, il rischio aumenta di tre volte in caso di uso di cannabis prima della maggior età), queste sono state considerate, sotto il profilo statistico, non sufficientemente robuste.

LINK ALL’ARTICOLO (INGLESE)

Questa voce è stata pubblicata in CANNABIS, GIOVANI. Contrassegna il permalink.