BULLISMO E NEUROSCIENZE COGNITIVE – Articolo

Segnaliamo un articolo sul fenomeno del bullismo analizzato in tutte le sue sfaccettature, dando particolare peso al contributo delle neuroscienze cognitive.

Il presente lavoro mira a rendere noto il contributo delle neuroscienze nell’analisi del bullismo, nell’identificazione di meccanismi neurali che si attivano nel bullo; l’attivazione di tali processi cognitivi, è da considerarsi singolare e specifica in relazione al genere e al profilo bullistico in questione.

Infatti, non tutti i soggetti attuano tali comportamenti per le stesse ragioni e medesime modalità. In questa sede si è ritenuto necessario rendere note le diverse sfaccettature del fenomeno, nonché della regolamentazione giuridica, per una comprensione esaustiva dello stesso, in grado di fornire gli strumenti e le risorse per prevenire o azionare interventi volti a contrastare il fenomeno.

Il contributo delle neuroscienze cognitive e del diritto in una prospettiva interdisciplinare sul fenomeno del bullismo
Giulia Torregiani, Anna Maria Mariani, Claudia Amoroso
Formazione & Insegnamento X VI – 2 – 2018 – 2279-7505 on line Supplemento

Questa voce è stata pubblicata in GIOVANI, SOCIETA'. Contrassegna il permalink.