ROSSI: AUMENTARE LA PRODUZIONE IN TOSCANA DELLA CANNABIS TERAPEUTICA

Il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi si è recentemente espresso per un aumento della produzione di cannabis per uso terapeutico, attraverso finanziamenti aggiuntivi da destinare allo Stabilimento Chimico Farmaceutico militare di Firenze. Rossi ha anche proposto che le spese sostenute dai malati per la cannabis terapeutica siano completemente a carico della Regione. “Oggi, anche grazie alla campagna di informazione che, dopo l’accordo firmato lo scorso anno con il Chimico farmaceutico, abbiamo lanciato, il consumo in Toscana è in aumento esponenziale: quest’anno ne abbiamo acquistati oltre 100 chili e nel 2014 prevediamo di arrivare oltre i 140. Anche per questo vogliamo contribuire allo sviluppo di questa officina farmaceutica che ha la peculiarità di riuscire a produrre, caso forse unico al mondo, un cannabinoide sempre uguale a se stesso. E’ come se fossimo di fronte ad una molecola farmaceutica su cui si può fare ricerca e sperimentazione. Il Chimico farmaceutico apre quindi un orizzonte nuovo rispetto all’uso di queste sostanze sia per la Toscana che per l’Italia, l’Europa e il mondo (…) Bisogna che lo Stato intervenga – ha aggiunto Enrico Rossi – e che anche alle Regioni sia consentito farlo. Perchè è sciocco comprare all’estero. Qui ci sono spazi su cui è possibile investire fino a coprire l’intero fabbisogno nazionale, oggi di circa 700 chili l’anno con una produzione che è però sette volte inferiore. Ogni Regione potrebbe fare un investimento pari al suo fabbisogno, aiutando questo Istituto a svilupparsi. La Toscana è disponibile a finanziare una serra come quelle che abbiamo visitato. Poi occorre finanziare di più la ricerca“.

Questa voce è stata pubblicata in NORMATIVA, SANITA', SOCIETA'. Contrassegna il permalink.