I DECESSI PER DROGA IN ITALIA

Alcuni mesi fa è stato aperto, da un’iniziativa del Gruppo di Interesse “Riduzione del Danno” di S.I.T.D. (Società Italiana Tossicodipendenze) ideato e gestito dai soci Salvatore Giancane ed Ernesto de Bernardis, il sito www.geoverdose.it. Il sito raccoglie e visualizza, sulla base dell’analisi della stampa, tutti i dati più significativi relativi ai decessi attribuibili alle sostanze nel nostro paese. Dai dati pubblicati, è così possibile farsi rapidamente un’idea sulle principali tendenze in atto. Dal 1 gennaio al 10 ottobre 2018, si sono registrate in Italia 192 morti, di cui 158 a uomini e 34 a donne. La nazionalità dei soggetti deceduti, nell’81% dei casi, è italiana; il decesso è avvenuto, nel 68% degli eventi, soli e, nel 72% dei casi in luoghi aperti.

Un’altra informazione molto significativa presente sul sito, e in continuo aggiornamento, riguarda la tipologia di sostanza a cui è possibile attribuire il decesso. Nelle morti attribuibili a sostanze nel 2018 in Italia, è l’eroina a farla da padrona, in quanto è implicata in quasi due morti su tre. Seguono cocaina (10%), metadone non prescritto e alcol (4%).

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZE, NUOVE DROGHE, SALUTE, SANITA', SOCIETA'. Contrassegna il permalink.