NUOVA BOZZA DEL PROVVEDIMENTO SUL GIOCO D’AZZARDO: UN PASSO INDIETRO?

Le forti pressioni e minacce dell’industria del gioco contro il provvedimento del governo che stabilisce il divieto di pubblicità per il gioco d’azzardo sembrano avere sortito degli effetti concreti, limitando i divieti contenuti nella prima bozza della legge. “La nuova bozza del decreto Dignità approvata in tarda serata dal Consiglio dei Ministri, contiene infatti alcune novità all’articolo 8 riguardante il divieto di pubblicità di giochi e scommesse. Viene aggiunto, rispetto al testo precedente, un nuovo comma 5 che esclude dall’applicazione della nuova normativa tutti quei contratti di pubblicità già in corso di esecuzione, proprio come richiesto dalle società di gioco d’azzardo.

Inoltre, al comma 1 vengono escluse dal divieto di pubblicità le lotterie nazionali a estrazione differita e i loghi sul gioco sicuro e responsabile dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Per il resto, confermate le misure già presenti nelle precedenti bozze. Previsto dunque il divieto di qualsiasi forma di pubblicità relativa a giochi o scommesse con vincite di denaro, comunque effettuata e su qualunque mezzo, incluse le manifestazioni sportive, culturali o artistiche, le trasmissioni televisive o radiofoniche, la stampa quotidiana e periodica, le pubblicazioni in genere, le affissioni ed internet”. Confermate anche le sanzioni previste nella prima bozza del provvedimento.

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in GIOCO D'AZZARDO, NEW ADDICTION, NORMATIVA, SOCIETA'. Contrassegna il permalink.