ORDINANZA CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO A FIRENZE

Un’ordinanza del Comune di Firenze, illustrata dall’assessora competente Cecilia Del Re, impone nuove misure restrittive sul gioco d’azzardo. Si stabilisce, nel testo dell’ordinanza, che le sale giochi dovranno rimanere chiuse dalle 18 alle 24 tutti i giorni dell’anno, mentre le slot dovranno essere completamente spente dalle 13 alle 19 negli altri esercizi autorizzati (bar, ristoranti, alberghi, rivendite di tabacchi, esercizi commerciali, agenzie di scommesse, sale bingo). Per le violazioni è prevista una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro; alla seconda sanzione nel corso dell’anno è invece prevista la sospensione di giorni tre dell’attività e della possibilità di accendere gli apparecchi.

Il provvedimento fa seguito al regolamento sul gioco lecito approvato dal Consiglio comunale nel novembre scorso, che rimandava ad apposite ordinanze per la limitazione degli orari di apertura e a fasce orarie di interruzione quotidiana del gioco fino a sei ore complessive previste dall’intesa Stato-Regioni-Enti locali del 7 settembre 2017. Il regolamento vieta l’apertura di sale slot e a nuove ‘macchinette’ nel raggio di 500 metri da scuole, impianti sportivi, discoteche, parchi, sportelli bancomat e altri luoghi sensibili. Ma anche penalità nell’assegnazione di contributi e nel riconoscimento di canoni agevolati agli esercenti e siti di gioco on line bannati dal wifi comunale”.

Questa voce è stata pubblicata in GIOCO D'AZZARDO, NEW ADDICTION, NORMATIVA. Contrassegna il permalink.