PREVENZIONE AI SUICIDI NELLE CARCERI TOSCANE, PARTE IL PIANO REGIONALE

carcereLa Regione Toscana, per arginare atti di autolesionismo e suicidi presso i detenuti, ha varato un piano straordinario di prevenzione. I dati sono infatti piuttosto allarmanti, in quanto “Nei 18 istituti penitenziari della Toscana (16 per adulti e 2 per bambini), dal 2012 al 2017 sono avvenuti 23 suicidi, 737 tentati suicidi e 6.520 atti di autolesionismo”.Il Piano è finanziato con 32.900 euro per attività di formazione diretta agli operatori coinvolti, in particolare quelli più a diretto contatto con la quotidianità dei detenuti, e per un’indagine epidemiologica curata dalla Ars sullo stato di salute nelle carceri. Impegna inoltre le Asl a redigere, entro tre mesi dall’approvazione del Piano, concordemente con l’amministrazione penitenziaria e avvalendosi dei propri referenti per la salute in carcere, il Piano locale per la prevenzione delle condotte suicidarie negli istituti penitenziari del proprio territorio”.

LINK ALLA NOTIZIA

Questa voce è stata pubblicata in CARCERE, SALUTE, SOCIETA'. Contrassegna il permalink.