PRIMA GUIDA EUROPEA SULLE RISPOSTE AI PROBLEMI DELLE DROGHE DELL’EMCCDA

emcddaE’ disponibile, in inglese, sul sito dell’EMCDDA, l’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze con sede a Lisbona, che si occupa di politiche sulle droghe e di attività di ricerca e di comunicazione sulle sostanze, una nuova guida. La guida considera le risposte sanitarie e sociali al problema della droga sulla base delle tre prospettive derivanti dalle risposte a: • i problemi connessi ai diversi tipi di droghe e modalità di assunzione;i bisogni delle diverse categorie (p.es. donne, giovani, migranti, utilizzatori di stupefacenti di età avanzata); e • i problemi attinenti a diversi contesti ambientali (p.es. carceri, vita notturna, locali, scuole, luoghi di lavoro, comunità locali). Pensata come punto di riferimento iniziale, la pubblicazione include paragrafi di sintesi nonché elementi grafici che mettono in risalto le informazioni principali, gli esempi di migliori prassi e le implicazioni per le politiche e le azioni. Costituisce inoltre un portale di accesso ad un ampio ventaglio di risorse online, fornendo link a dati e strumenti.

Le sezioni principali della guida contengono capitoli sugli approcci basati sulle evidenze, i rapporti e le collaborazioni con i servizi sociali, gli interventi di e-health e il ruolo delle tecnologie digitali nel mercato delle sostanze, la riduzioen dei danni correlati alle sostanze, le nuove prospettive e sfide in materia di politiche sulle droghe. Alexis Goosdeel, direttore dell’Osservatorio, osserva: “Crediamo che l’EMCDDA possa contribuire al meglio alla salute e alla sicurezza dei cittadini europei fornendo un’analisi dei problemi relativi alle droghe che ci troviamo ad affrontare, insieme a un riesame critico delle potenziali risposte e degli strumenti concreti a sostegno delle decisioni politiche e delle prassi. Questa guida rappresenta il nostro primo e più ambizioso tentativo fino ad oggi fatto di raccogliere le informazioni disponibili sulle risposte sanitarie e sociali all’utilizzo delle droghe in Europa in un unico documento di agevole consultazione. Sottolineando le lacune in termini di conoscenze e di prassi, insieme alle opportunità di miglioramento e sviluppo, la guida costituisce la base per rinnovare il programma di lavoro in questo campo nei prossimi anni’.

LINK ALLA GUIDA (INGLESE)

Questa voce è stata pubblicata in CARCERE, DIPENDENZE, NEW ADDICTION, NORMATIVA, SALUTE, SANITA', SOCIETA'. Contrassegna il permalink.