NUOVO NUMERO DI MEDICINA DELLE DIPENDENZE: I TRATTAMENTI DELLA DIPENDENZA DA OPPIACEI

oppiaceiIl nuovo numero della rivista Medicina delle Dipendenze è dedicata alle nuove prospettive di cura della dipendenza da oppiacei. Nell’editoriale, il dott. Icro Maremmani si sofferma sull’emergenza sanitaria salita alla ribalta negli ultimi anni negli USA: il forte aumento di morti per overdose da eroina e da farmaci oppiacei. I numeri dei decessi legati agli oppiacei sono così alti da far parlare le autorità sanitarie e i mass media di epidemia. Maremmani nel suo articolo si sofferma su un elemento in genere poco considerato: la reazione del mondo sanitario.

Di fronte all’emergenza, sempre più organizzazioni governative statunitensi hanno preso posizione a favore dei trattamenti metadonici e della diffusione degli antagonisti degli oppiacei, ovvero dei farmaci salva-vita, come il naloxone. Tuttavia, Maremmani ritiene ciò insufficiente: per arrestare l’epidemia di overdose, bisogna intervenire non solo a valle, ma anche a monte, quindi è fondamentale in primo luogo innalzare i trattamenti standard, intensificando la prevenzione e assicurando l’accesso alle cure per il maggior numero possibile di soggetti. Strategia altrettanto fondamentale sarebbe l’utilizzo di dosaggi bloccanti nel trattamento delle dipendenze da oppiacei. Si tratta infatti di una misura che è contemporaneamente efficace nel trattamento della dipendenza da oppiacei e nella protezione del rischio di overdose.

Maremmani I., Modalità vecchie e nuove nel trattamento della dipendenza da oppiacei con metadone, Medicina delle Dipendenze, VII, giugno 2017, pp. 4-5.

DISPONIBILE C/O CESDA

Questa voce è stata pubblicata in DIPENDENZE, NEW ADDICTION, NORMATIVA, SANITA', SOCIETA'. Contrassegna il permalink.