GIOCO D’AZZARDO IN DIMINUZIONE NELLA FASCIA 15-19 ANNI

gioco online minoriI dati appena diffusi dal CNR di Pisa sui comportamenti di gioco d’azzardo nella fascia d’età 15-19 anni rivelano alcune sorprese. In primo luogo, vi è una significativa diminuzione sia del numero di giocatori adolescenti (dal 47% del 2009-2011 al 40% del 2016), sia dei giocatori con un profilo di gioco definibile a rischio e problematico: i primi sono passati dal 14-15% degli anni 2009-2010 all’11% nel 2016, mentre negli stessi anni i problematici sono scesi dal 9% all’8%. Secondo la responsabile della ricerca, Sabrina Molinaro, “Tra i giochi scelti dagli adolescenti troviamo in prima posizione i meno dispendiosi Gratta&Vinci, preferiti anche dalle ragazze, seguiti da scommesse sportive, Bingo, Totocalcio, Lotto, New slot machine/Vlt (Video lottery terminal) e casinò on line” (…) “Focalizzando l’attenzione sui luoghi frequentati, il 37% dei giovani giocatori riferisce di aver giocato presso bar/tabacchi e una quota analoga da casa, in entrambi i casi con preferenza soprattutto delle femmine (rispettivamente 41% e 43% contro 34% e 33% dei ragazzi). Il 29% ha giocato presso le sale scommesse e l’11% nelle sale giochi, luoghi questi frequentati soprattutto dai maschi (42% e 13% contro 6% e 7% delle ragazze)”. Infine, altro elemento molto significativo emerso, riguarda il gioco online. “”Ha coinvolto il 20% dei giocatori, per un totale di circa 200 mila studenti – osserva Molinari – tra i quali troviamo la maggioranza di quelli con comportamento di gioco problematico (il 63%), una quota significativa di quelli a rischio (il 31%) e una percentuale molto inferiore dei cosiddetti giocatori sociali o non problematici (il 13%). Le New slot machine/Vlt e il Poker texano sono i giochi considerati più rischiosi in assoluto: oltre il 50% degli studenti ritiene che giocarci spesso possa causare problemi dal punto di vista economico”.

LINK ALL’ARTICOLO

Questa voce è stata pubblicata in GIOCO D'AZZARDO, GIOVANI, NEW ADDICTION, SOCIETA'. Contrassegna il permalink.