“NON ESSERE FOLLE BEVENDO, SII FOLLE VIVENDO” – Campagna di sensibilizzazione del Comune di Prato

bottiglieAlcol e responsabilità“, al via all’ottava edizione della campagna di comunicazione e sensibilizzazione rivolta alle nuove generazioni promossa dalla polizia municipale di Prato.
Oltre 1600 gli alunni di otto scuole medie che saranno coinvolti in lezioni e incontri per capire quanto grave e rischioso sia bere sostanze alcoliche quando si deve guidare.

Lo slogan scelto è “Non essere folle bevendo, sii folle vivendo”.
“Dopo la sperimentazione dello scorso anno con gli studenti delle terze medie abbiamo avuto conferma che proprio questa fascia di età è la più sensibile all’argomento e abbiamo deciso di continuare l’attività di intervento e di sensibilizzazione rivolgendoci esclusivamente a loro – ha spiegato Andrea Pasquinelli, comandante della Polizia municipale -.
Durante gli incontri saranno spiegati ai ragazzi i pericoli della correlazione alcol e guida“.
Secondo i dati della polizia municipale il 5,5% degli incidenti registrati a Prato nel 2016 è alcol correlato, in linea con la media toscana, ma il numero non riflette completamente la realtà. Secondo le stime dell’organizzazione mondiale della sanità, infatti, è al 40% perchè considera anche i Paesi dove il limite è zero (in Italia è 0.5).
Lo slogan scelto per questa edizione è “Non essere folle bevendo, sii folle vivendo” realizzato dai ragazzi della scuola Mazzoni, vincitori della passata stagione. L’iniziativa infatti, è pensata come un concorso in cui i ragazzi si contendono la vittoria a colpi di quiz su circolazione stradale e comportamenti scorretti.
La gara verrà preceduta da lezioni specifiche e incontri emozionali tenuti dalla stessa polizia municipale, da Aci, dall’associazione Figli del vento e dal gruppo di motociclisti Golden Drakes.
Ci sarà anche l’intervento di un ufficiale della polizia municipale specializzato in psicoterapia.
“Durante i nostri interventi – ha spiegato l’ispettore Elisabetta Gasparrini – cercheremo di parlare con i ragazzi degli aspetti psicologici legati al bere, alle modalità con cui viene fatto e alle motivazioni con cui i più giovani vi si approcciano.
Grazie al supporto dei ragazzi del servizio civile abbiamo introdotto quest’anno anche una “magic box” in cui i ragazzi in forma anonima potranno inserire pensieri, storie, racconti legati alla loro esperienza o anche dei loro amici con l’alcol e poi parlarne con loro“. Ad ogni giovane verrà inoltre consegnato un libretto informativo dal titolo “Alcol & guida, un binomio impossibile”, prodotto dalla collaborazione di tutto il gruppo di lavoro.
Gli Istituti che parteciperanno saranno: Malaparte, Ser Lapo Mazzei, Enrico Fermi, Zipoli, Buricchi, Convenevole, Pier Cironi e Mazzoni.

Questa voce è stata pubblicata in ALCOLISMO, GIOVANI, PREVENZIONE DELLE DIPENDENZE. Contrassegna il permalink.